Area Anno B (Fano)

Chi cercate? (es)

II Domenica t.o. - B

Clicca per vedere l'immagine a grandezza intera  (3140 × 2237 pixel, dimensione del file: 673 KB)

Alcune chiavi di lettura dell'immagine

Erano le quattro del pomeriggio. Essi stavano cercando e l’ora non l’hanno dimenticata, perché l'incontro con quell'uomo ha cambiato le loro vite per sempre.

Oggi diventiamo matti cercando con diversi browser. Guarda che Google è buono, ma la Parola ci sintonizza direttamente con Gesù. Sono le cose dello Spirito. Nessuna compagnia o multinazionale può appropriarsi del suo potere di connessione.

Dal momento che abbiamo così bisogno di ricerche e incontri, perché non siamo come quei discepoli e scopriamo la gioia dell'incontro con Gesù?

E chiediamoci: cosa stiamo cercando? Chi stiamo cercando? Dove cerchiamo?

traduzione dal blog di Kamiano

Temi: ricerca, incontrare gesù

visualiza Gv 1,35-42

35Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli 36e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». 37E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. 38Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa Maestro –, dove dimori?». 39Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.

40Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. 41Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – 42e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.

Autore: Patxi Velasco Fano  (página de inicio 1 - página de inicio 2)

Visualizza tutte le 26 immagini relative a Gv 1,35-42